C’era un posto…

C’era un posto molto vicino casa mia che da piccolo ho sempre guardato affascinato. Lo so, in italiano non suona molto bene, ma il fascino ce n’è a palate.
Si tratta di un posto fatto tutto di travertino, dove scorre sempre dell’acqua e per non bagnarti i piedi ci sono dei blocchi di travertino dove salire. C’è una scritta che recita più o meno: ‘non si impedisca alle donne di lavare i panni‘.
E anche se sembra razzista ed antidiluviano, è un monito a tutti coloro che davano fastidio. Si perché il posto è un antico lavatoio costruito in epoca romana o medioevale (non so) e che per secoli ha dato la possibilità a tante donne di lavare i panni e sciacquarli nel modo più confortevole ed organizzato, avendo sempre acqua corrente a disposizione e senza dover faticare per scendere fino al fiume. Ancora oggi, ogni giorno, vi scorre acqua limpida fra le pietre modellate dal tempo e gli scivoli per risciacquare.
Ecco, se avete un secondo, aprite la foto e, come me, ascoltate il rumore della fonte, le antiche voci che in dialetto urlavano e parlavano, il rumore dei panni e dei cenci battuti, il freddo che congela le dita, il peso delle enormi ceste, la durezza del lavoro e la bellezza dei sorrisi a primavera. Tutto questo in pochi secondi, una sera, poco prima di andare ad una interessante riunione sul biologico…

la fontana del lavatoio

…buonanotte ascoltano il vociare delle donne…

5 pensieri su “C’era un posto…

      • Perlomeno a Geo&Geo siamo famosi: ho notato che da un paio d’anni parlano sempre più delle Marche e ultimamente trovano qualcosa di cui parlare almeno una volta a settimana.. fra specialità da mangiare, ecologia (in positivo), bellezze che vanno dai paesaggi alla storia.
        Sarà perché finora è stata una regione misconosciuta, così adesso l’hanno scoperta tutta in un colpo 🙂 Ebbene, in questo modo la trasmissione ha conquistato un’affezionata spettatrice (io) 😉

  1. E’ vero, ci sono tantissime persone che non conoscono le Marche e che se ne innamorano facilmente fin dalla prima visita! E come non innamorarsi di un posto così bello e a misura d’uomo?

    ps. per le foto dovrai attendere un po’… il tempo ancora non migliora e le giornate sono sempre molto corte… ma se mi cerchi su Instagram magari trovi delle sorprese in anteprima 😀

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...