Per un fine settimana carico…

Ci sono momenti in cui le cose ci sembrano più difficili. Ostacoli  complessi oppure blocchi di qualsiasi tipo (ad esempio il mitico bloggo, cioè il blocco dello scrittore in versione blogger), montagne ardue da scalare oppure assolutamente insormontabili.

E spesso la nostra stanchezza non aiuta. Alla fine di periodi stressanti non ci sentiamo in grado di continuare, non ci sentiamo forti abbastanza o semplicemente non ne abbiamo voglia. Allora perché continuare? Perché non fermarsi invece e riposare per un pochino o per molto tempo?

Diceva il vecchio Frank Sinatra in una sua canzone:

You’re ridin’ high in April, shot down in May 
But I know I’m gonna change that tune 
When I’m back on top, back on top in June

La vita è ‘na rota, sentenzierebbe uno dei miei fratelli, quello fintamente saggio. La realtà è che dopo ogni notte c’è sempre un’alba. Così quando mi sento giù io ho un metodo quasi infallibile per ritrovare la forza e l’energia per ricominciare a progettare e mettere in pratica. Il mio metodo infallibile è la musica degli Ok Go. Del gruppo ne ho già parlato nel blog in questo post qui e qualcosa di più lo trovate su wikipedia.

Quello che troverete nei loro video, invece, è il divertimento, la passione e la voglia di rivoluzionare e cambiare. E’ L’IDEA (scritto tutto obbligatoriamente maiuscolo).

Ogni volta che esce un loro video a me sembra che l’impossibile diventi possibile, l’immaginazione diventi realtà, la fantasia prenda forma.

Questo mi ricorda che se realmente vogliamo fare qualcosa di pazzo, di bello, di importante, di divertente, non c’è modo e maniera per cui non lo si possa realizzare. Hanno usato secchi, complicatissime macchine Rube Goldberg, bande di ottoni vestite di tutto punto, stop motion organizzatissimi. Ed ogni volta hanno superato loro stessi, con ironia e semplicità (il loro primo video costò meno di 1000 dollari). Poi è arrivato quest’ultimo capolavoro. 4 mesi di preparazione, lo sponsor della casa automobilistica e la presentazione al superbowl.

Non so cosa ne penserete voi, ma per me è un piacere per gli occhi. E una carica per il morale.

Quindi ecco a voi gli ok go in : Needing/Getting

Ed ecco l’inizio del testo:

I’ve been waiting for months 
Waiting for years 
Waiting for you to change 
Aw, but there ain’t much that’s dumber 
There ain’t much that’s dumber 
Than pinning your hopes on a change in another 

Che sia un bellissimo fine settimana con o senza neve, ma con i desideri ben chiari in mente e il modo migliore per realizzarli!

2 pensieri su “Per un fine settimana carico…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...