quante parole sprecate

Ne spreco ogni giorno. A mucchi. Tutti le sprechiamo a dire cose tanto per trascorrere il tempo o per darci delle arie o per comunicare senza motivo. Eppure le parole possono essere la descrizione di un’emozione, il veicolo per dare agli altri informazioni importanti o esprimere sentimenti forti.

Invece le sprechiamo. Sui social network ne sprechiamo ancora di più. Io ne sciupo centinaia in ogni post su questo blog. Immaginate quante ne sprecano ogni momento i politici per farci credere cose che non esistono oppure non hanno senso.

MA un altro che ne ha sprecate tante è Stieg Larsson. Ne ho già parlato un po’ qui. Sto leggendo la trilogia di Millenium e tocco al secondo capitolo, dal titolo ‘la ragazza che giocava con il fuoco‘. Come ho già detto scrive bene. Ma evidentemente un libro con più pagine attira più di uno con meno pagine. Intendiamoci, non è il primo che si dilunga e non sarà l’ultimo. Basti pensare che grandi autori come Dumas venivano pagati un tanto a rigo e poi venivano fuori capolavori come ‘Il conte di Montecristo‘.

Con Larsson però sono arrivato a pagina 200 e fino ad adesso ho letto solamente il riassunto delle puntate precedenti. Quando c’era il telefilm ‘Lost‘ il riassunto durava appena un minuto. La trama era ben più complessa ma il film ugualmente inutilmente prolisso.

3 pensieri su “quante parole sprecate

  1. Probabilmente il Libro “Come sprecare parole nella propria vita” lo abbiamo scritto insieme, con Larsson come revisore.
    Anche posso considerarmi una che spreca parole, eppure sono certa che, tutto sommato, rispetto al tempo presente, siamo piuttosto parsimoniosi. E penso anche a chi oggi non ne usa affatto…

    Ma le parole scritte valgono?! Sono da considerarsi ugualmente sprecate?!

    Ah, solo una cosa Lost e’ davvero davvero finito!! (mi piace ripetervelo)

    • Ah… LOST E’ FINITO!!!!!! SIGH!!!!

      comunque le parole scritte valgono doppio se si tratta di un libro pensato solamente per essere venduto, invece valgono oro se sono scritte con il cuore…

  2. Pingback: Anche le trilogie finiscono | ruadellestelle

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...